Menu

Presentazione

logo quest homeSotto l'acronimo QUEST si cela un Team di esperti dedicato al rilievo macrosismico e geologico post-terremoto in grado di agire in autonomia, con lo scopo di fornire, rapidamente ed univocamente, il quadro degli effetti nell'area colpita da un evento sismico, a supporto degli interventi di Protezione Civile e della Comunità Scientifica. Questo Team vede coinvolto personale INGV e non-INGV esperto di rilievo macrosismico, riunito nell'occasione sotto la sigla QUEST (QUick Earthquake Survey Team).

QUEST, una volta assolte le funzioni di supporto più urgenti (o contestualmente), procederà alla raccolta e alla elaborazione di dati per finalità più propriamente scientifiche, operazione che riveste una urgenza analoga, in quanto, una volta conclusi gli interventi di messa in sicurezza degli edifici, gli effetti dell'evento non saranno più univocamente leggibili.

In caso di terremoto, quindi, è previsto uno schema organizzativo che consenta al QUEST di mettere rapidamente a disposizione della Protezione Civile e della Comunità Scientifica le proprie competenze.

Le unità di personale coinvolte prevedono la presenza di competenze multidisciplinari, quali sismologia, sismologia storica, geologia, ingegneria, macrosismica, al fine di coprire il ventaglio di problematiche che si presentano in occasione di un terremoto.

L'organizzazione del Team prevede la possibilità di contribuire alla formazione di personale volontario distribuito sul territorio nazionale, che andrà a costituire una rete attivabile in occasione di un terremoto sia nella raccolta di informazioni preliminari, sia in appoggio logistico al Team di esperti che effettuerà nell'area il rilievo scientifico.

Il Team potrà inoltre intervenire in occasione di terremoti al di fuori del territorio nazionale, allo scopo di supportare gli operatori locali nella raccolta dei dati e di acquisire esperienze su situazioni diversificate, che contribuiscono alla formazione di una esperienza più approfondita.

Nel seguito si indicano le varie azioni che il QUEST intraprenderà a valle di un evento sismico rilevante, coordinandosi con le altre competenze disponibili.

  • Stima preliminare della dimensione dell'area colpita e della severità degli effetti;
  • Trasmissione al Dip.di Protezione Civile di informazioni sintetiche sulle caratteristiche della sismicità pregressa dell'area colpita;
  • Sopralluogo speditivo;
  • Rilievo macrosismico;
  • Rilievo geologico delle deformazioni cosismiche di superficie;
  • Disseminazione dei dati e divulgazione

 

Prodotti previsti

Il rilievo macrosismico speditivo fornirà in tempi molto rapidi al Dip.di Protezione Civile la determinazione preliminare del quadro degli effetti del terremoto.

In un secondo momento, una volta completato il rilievo macrosismico approfondito e compatibilmente con l'evoluzione della crisi sismica, saranno forniti prodotti di valenza scientifica desunti direttamente dal lavoro di campagna. I dati raccolti (schede di rilevo, documenti di supporto foto-video) saranno elaborati informaticamente (database, GIS, ecc.), e saranno resi disponibili in formati diversi.

I prodotti quindi potranno avere di volta in volta un carattere divulgativo (Internet), oppure un formato editoriale; verranno inoltre predisposti elaborati, resi disponibili alla comunità scientifica nazionale ed internazionale.

Fra i prodotti messi a disposizione in tempo reale sono previsti anche elaborati visuali (immagini digitali, filmati, riprese in QTVR) utilizzabili sia per approfondimenti, sia per finalità divulgative.

 

Srtuttura e organizzazione di QUEST

Il gruppo è costituito in gran parte da personale afferente istituzionalmente alle varie Sezioni dell'INGV, ed è supportato da operatori appartenenti ad altre amministrazioni (al SSN, Università, OGS-TS e altre), che hanno ripetutamente partecipato ad analoghe attività.

Il Gruppo sarà organizzato attraverso la costituzione di una segreteria organizzativa permanente dislocata a Roma che in situazione normale curerà la raccolta, l'organizzazione e la diffusione dei materiali di supporto, attività di formazione e, verso l'esterno, la gestione e l'elaborazione dei dati raccolti in occasione di precedenti emergenze.

Un coordinamento scientifico composto dai responsabili ed un gruppo di esperti QUEST, determinerà le coordinate scientifiche ed operative delle varie fasi.

In occasione di un terremoto al di sopra di una soglia di magnitudo definita, il QUEST verrà allertato dalla Sala Sismica dell'INGV e provvederà ad attivare il nucleo centrale allargato di coordinamento (costituito da tre persone) e a mobilitare gli operatori dislocati sul territorio per l'avvio delle operazioni di rilievo speditivo e per la redazione dei rapporti informativi preliminari. Tale nucleo centrale di coordinamento curerà la distribuzione sul territorio delle diverse squadre che interverranno nel rilievo, raccoglierà i dati inviati dalle diverse squadre e provvederà ad elaborare i rapporti giornalieri e ad inviarli al Dip. di Protezione Civile. Tale nucleo costituirà l'interfaccia naturale anche con analoghe unità di crisi attivate dalla ProCiv stessa. In situazioni particolari, una analoga struttura di coordinamento potrà essere dislocata temporaneamente in una sede diversa, in prossimità dell'area interessata dal terremoto.

 

Go to top